Termini Di-Vini

Questa pagina raccoglie quelli che sono i termini più usati dagli appassionati, che potrebbero suonare incomprensibili ai non addetti ai lavori.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(in ordine sparso, e in continuo aggiornamento)

 

Vitigno Autoctono : tipico della zona, o meglio ancora coltivato e diffuso nella stessa zona storica di origine del vitigno stesso, non trapiantato da altre aree/nazioni. (es il Gewurztraminer in Alto Adige, o il Grillo in Sicilia).

Vitigno Internazionale : normalmente ci si riferisce ai vitigni francesi che sono piantati in tutto il mondo, Chardonnay, Sauvignon blanc, Petit Verdot, Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Merlot, Pinot Nero, Pinot Bianco, Pinot Grigio e molti altri.

Terroir : parola francese, può essere definito come un’area ben delimitata dove le condizioni naturali, fisiche e chimiche, la zona geografica ed il clima permettono la realizzazione di un vino specifico e identificabile mediante le caratteristiche uniche della propria territorialità (fonte Wikipedia).

Cuvèe/Blend : nuovamente termine francese, sta ad indicare che il vino in bottiglia non viene da un singolo vitigno ma è il risultato di un mix di uve, più correttamente vini, che vengono poi assemblati secondo il gusto dell’enologo.

Abboccato : Si definisce abboccato un vino tendente al dolce, spesso usato come sinonimo di AMABILE

DOC : Denominazione di Origine Controllata

DOCG : Denominazione di Origine Controllata e Garantita

IGT : Indicazione Geografica Tipica, alcune volte sostituito con IGP (indicazione geografica protetta)

Speziato : Ha profumi che ricordano le spezie (da non confondere con le erbe aromatiche). Le più riconoscilbili sono, Pepe (nero, rosa), Cannella, Chiodi di Garofano, Cacao e Caffè nei Vini Rossi; Pepe bianco, Vaniglia nei vini bianchi; Zafferano nei passiti/muffati.

Barrique : botte di stile francese da 225lt. La particolarità di questo tipo di botti è che spesso conferiscono al vino un sapore di tostatura/speziatura, dovuto al fatto che le assi che le compongono vengono piegate a fuco diretto.

Perlage : L’insieme delle bollicine di anidride carbonica prodotte da un vino spumante o da uno champagne quando viene stappata la bottiglia e il vino versato nel bicchiere: la finezza e la qualità del perlage sono elementi per la valutazione del pregio del prodotto.

Metodo Classico : Il metodo classico (o champenoise) è un processo di produzione di vino spumante, che si basa sulla rifermentazione in bottiglia dei vini attraverso l’introduzione di zuccheri e lieviti selezionati (liqueur de tirage). Sono prodotti con questo metodo: lo Champagne, il Franciacorta DOCG, il Trento DOC, l’Alta Langa DOCG e altri spumanti che hanno bisogno di lunghi affinamenti. (su Wikipedia trovate lo spiegone)

Metodo Martinotti / Charmat : Il metodo Martinotti, o Charmat, o Martinotti-Charmat, è un procedimento per produrre vino spumante, mediante la rifermentazione in un grande recipiente chiuso chiamato autoclave. Sono prodotti con questo metodo: il Prosecco, il Lambrusco e gli altri spumanti che non hanno bisogno di grandi affinamenti.

Dosaggio : si tratta di uno sciroppo che viene aggiunto, dopo la sboccatura, per riequilibrare il livello del vino nella bottiglia. La ricetta varia da produttore a produttore, e da  prodotto a prodotto. Con questo sciroppo si possono ottenere spumanti più o meno dolci in base alla quantità di zucchero aggiunto.

  • pas dosè < 3g/l
  • extra brut < 6 g/l
  • brut < 12 g/l
  • extra dry 12-17 g/l
  • dry 17-32 g/l
  • demi sec 32-50 g/l
  • doux > 50 g/l

Sboccatura o dégorgement : Quando uno spumante ha terminato il suo periodo di affinamento in bottiglia, bisogna eliminare le fecce, lieviti morti, che si sono accumulate sul tappo. Questo processo ora avviene tramite delle macchine sottovuoto, un tempo veniva effettuato a la volèe, al volo. Una volta effettuata questa operazione, lo spumante viene chiuso con il classico tappo a fungo e la gabbietta, che impedisce al tappo di volare via a causa della pressione interna.

 

Solforosa… Solfiti… Antociani… Tannini…